Si apre il sipario della terza edizione del Mondello Mudd Festival, la kermesse ideata da Carola Arrivas Bajardi che ne cura anche la direzione artistica. L’inaugurazione è per domenica 9 giugno. Il programma è stato presentato ieri a Villa Niscemi.

“Una tematica costante del Festival – spiega l’ideatrice del progetto Carola Arrivas Bajardi.  – è quella eco-ambientale, che finalmente in questo ultimo periodo ha interessato sia i media che la comunità cittadina tutta.  Dal 9 al 16 di giugno all’ingresso del pontile della piazza di Mondello Paese vi sarà un’istallazione di arte urbana eco sostenibile ispirata alla tutela del mare dall’inquinamento della plastica mono uso. Gli studenti dell’Accademia di Belle Arti, diretti dal professore Fulvio di Piazza, dipingeranno su un portale appositamente montato per la manifestazione e rivestito con legno di scarto che verrà riutilizzato per l’occasione”.

Il tema della terza edizione del Festival è il “limes-limen” ovvero il concetto di limite inteso come confine invalicabile o come soglia da attraversare. Tale concetto si esplica perfettamente nell’istallazione della parete/varco all’ingresso del pontile. In particolare, la sotto tematica a cui si ispirerà l’intervento di arte urbana è il “superamento del limite di sostenibilità ambientale nei nostri mari.

Ci sarà spazio per un momento di coscienza civile che vedrà proprio l’8 di giugno, Giornata Mondiale degli Oceani, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite e riconosciuta nel 2009 da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, al fine di ricordare l’importanza della tutela dei nostri mari e delle nostre acque, la realizzazione dell’iniziativa “Pensieri ecosostenibili” sulle panchine del pontile, da parte degli alunni dell’Istituto comprensivo Mattarella Bonagia di Palermo.

L’assessore comunale ai lavori pubblici, Maria Concetta Prestigiacomo, ha rimarcato “l’importanza del rispetto dell’ambiente da attuare con una adeguata raccolta differenziata soprattutto della plastica per evitare che si possano continuare a creare isole di  questo materiale, come invece già accade da anni”.   Alla presentazione c’era anche il deputato regionale Edy Tamajo, il presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia Di Dio, il presidente del Consorzio Ricrea, Nino Salerno, il presidente della FIPE, Antonio Cottone e  il consigliere comunale Ferdinando Cusimano.

Tra le varie esibizioni artistiche previste, anche quella del 16 giugno del Magnetic Trio con Gianni Gebbia, Gabrio Bevilacqua e Carmelo Graceffa con ospite Diego Spitaleri.  Tanti i momenti artistici e culturali  inseriti  come la proiezione del video di Giuseppe Urso Trio “Live in Mondello Beach” ed ancora la proiezione del video “Siso Project” con Carmelo Isgrò.

Ricco dunque il programma della terza edizione del #muddfestival che propone simposi, performance e un intervento di arte urbana temporaneo ed ecosostenibile nella piazza di Mondello Paese. Ricordiamo che Mudd Festival, il cui nome deriva dall’etimo arabo di Mondello (unità di misura equivalente a circa 273 mq e 4 lt), è un festival  diffuso ed interdisciplinare, realizzato in sinergia con istituzioni, realtà culturali, associazioni e aziende private, che vede, come terza edizione, dal 9 al 16 giugno anche la collaborazione speciale dell’Accademia di Belle Arti di Palermo. Si tratta di un progetto partecipato, con un forte coinvolgimento del territorio, capace di attrarre nuovi stimoli esterni.

Gli eventi vengono portati nei luoghi più suggestivi che raccontano la cittadina di Mondello. Il festival vuole dare un contributo concreto allo sviluppo della borgata marinara, che ha in sé le qualità e le potenzialità per diventare un nuovo polo attrattore di flussi di turismo culturale. “L’ambizione del Mudd – conclude Carola Arrivas Bajardi –  è di dare forma ad un progetto culturale collettivo e di condividerlo, facendolo affiorare, per qualche giorno, dal brulicante rumore di fondo della stagione estiva mondelliana. Quest’anno, il progetto artistico e sociale si svolgerà sul pontile della piazza di Mondello Paese a partire dal 9 giugno con un intervento innovativo di “street art ecosostenibile”, poi continuerà nell’Art hotel U’Nico, per seguire nell’ex Stabilimento Balneare e in spiaggia presso l’Albaria, in particolare nei luoghi inquadrati dalla diretta h24 delle webcam”.