Riflettori puntati sulla pallacanestro femminile che quest’anno vanta ben due squadre siciliane nella massima serie. Circostanza che fa felici tutti gli appassionati ma anche chi si è avvicinato a questo sport per seguire il cammino nazionale della Sicily By Car Palermo e della Passalacqua Ragusa, un cammino fatto di sfide contro le squadre più blasonate d’Italia.

Ma domenica 3 novembre le strade delle due compagini si incroceranno in un derby siciliano che nella massima serie non si vedeva da cinque anni. Appuntamento al PalaMangano di Palermo, ore 18.

Le squadre si erano già affrontate in pre-season a settembre, un’amichevole per scaldare i motori in vista del campionato. In quell’occasione vinse la Passalacqua Ragusa, ma adesso si fa sul serio perché in palio ci sono punti importanti. Come ogni derby non ci sono favoriti in partenza, anche se le squadre attraversano un momento di forma differente.

Le ragusane dominano il campionato a punteggio pieno e hanno dalla loro maggiore esperienza in A1. Con quattro vittorie su altrettante partite, le vice-campionesse del campionato scorso arrivano all’incontro in una condizione fisica ottimale, come dimostra l’ultima strabordante vittoria contro la Sesto San Giovanni. Prestazione impeccabile macchiata dall’infortunio al ginocchio sinistro occorso alla playmaker Beatrice Stroscio, la cui presenza è in dubbio per domenica.

Diversa è la situazione della neopromossa Sicily By Car Palermo che dopo 29 anni ha ridato al capoluogo una squadra militante nel più prestigioso campionato italiano di pallacanestro.
Le palermitane, in decima posizione, non sono partite benissimo mettendo a segno una sola vittoria in quattro incontri, nel terzo turno in casa, contro la Iren Fixi Torino. Nell’ultimo turno invece è arrivata una sconfitta contro la Fila San Martino di Lupari ma, risultati a parte, si sono viste ottime cose dal punto di vista delle prestazioni.

Le atlete hanno forse risentito del salto di categoria, con tutto ciò che ne consegue in termini di rodaggio ma di settimana in settimana la qualità del gioco migliora.

Intanto la società si gode un nuovo rinforzo. Pochi giorni fa è stato ufficializzato l’arrivo dell’americana Shayla Cooper, classe ’95, proveniente dalla formazione portoricana degli Atenienses Manatì, con cui tra l’altro ha appena vinto il campionato. Nasce come ala-pivot, ma è un vero e proprio jolly capace di ricoprire quattro ruoli. Un tassello che va a completare la programmazione estiva della società che prevedeva l’inserimento di due statunitensi in rosa, la prima ad arrivare è stata Markeisha Gatling.

Foto di Giuseppe Pipitone.