La mostra “Leonardo da Vinci, la Ragione dei Sentimenti. Macchine, Disegni e Anatomia”, in programma fino al prossimo 29 settembre a Palazzo Bonocore, a Palermo, diventa set per l’ultima fase di un contest ovvero la realizzazione di un trailer vero e proprio che ha per tema “Leonardo tra genio e innovazione” che sta realizzando un gruppo di universitari provenienti dal college Camplus. Durante le festività pasquali la mostra sarà visitabile secondo gli orari previsti (vedi in basso).

Sono già numerose le scuole che hanno prenotato e programmato le visite all’esposizione che è un omaggio per celebrare il genio italiano nel cinquecentenario della sua scomparsa. Un’occasione unica per ammirare e comprendere in una visione d’insieme la straordinaria complessità del Genio nella pittura del suo tempo, indiscusso simbolo dell’arte e della creatività italiane e considerato unanimemente il più importante tra i protagonisti della cultura, non solo del Rinascimento ma di tutti i tempi e di tutto il mondo.

La mostra ospita una ventina di macchine di Leonardo da Vinci, riprodotte fedelmente in legno ed altri materiali, tratte dai disegni originali del grande ‘genio’ italiano; modelli realizzati nel Laboratorio di Scenografia della Pusa University di Assisi.

L’esposizione accoglie anche una sezione dedicata agli strumenti musicali, in uso nel periodo di Leonardo, curata e realizzata con la consulenza artistica di Sergio Basile e in collaborazione con la Rete Museale Regionale; una decina di strumenti creati da maestri liutai, con la presentazione in esclusiva nazionale del primo organo di Leonardo, il primo in assoluto creato in Italia, realizzato dal maestro Mario Buonoconto.

“Leonardo da Vinci, la Ragione dei Sentimenti” è una mostra inedita per la sua spettacolarità in grado di offrire al visitatore il racconto della genialità di Leonardo, la sua scienza ed eclettismo nelle varie discipline. Un progetto espositivo che fa proprio il concetto di “edutainment”, ossia la realizzazione di un genere d’intrattenimento culturale e “family oriented”, formativo e spettacolare.

La mostra di Leonardo da Vinci “La Ragione dei Sentimenti” è una mostra in minima parte anche multimediale inedita nel suo genere, in grado di raccontare il genio di Leonardo, la sua scienza ed eclettismo nelle varie discipline. Visitatori grandi e piccoli potranno divertirsi e imparare, scoprendo con curiosità i fondamentali princìpi studiati da Leonardo e ancora oggi applicati. L’obiettivo della mostra è far interagire il pubblico con essa per comprendere ciò che Leonardo ci ha lasciato in eredità. Si tratta di un modello di esposizione unico per vivere un’esperienza formativa e una lezione innovativa ed indimenticabile.

Da non perdere assolutamente l’opera originale che ritrae una Madonna con il Bambino Gesù, dipinta su tavola da Marco da Oggiono, che collaborò con Leonardo alla realizzazione della celebre “Ultima Cena” a Milano.

Stipulato un accordo con Federalberghi che promuoverà in tutti gli hotel di Palermo la mostra attraverso la distribuzione di materiale informativo ai turisti-clienti che troveranno un kit informativo ed un tagliando per ottenere uno sconto sul biglietto d’ingresso.

Il gioco “Da Vinci’s Mysteriours Gearworks”, realizzato da melazeta, apre la serie di App Gaming 3D e VR. Essa si basa su alcune delle più famose invenzioni di Leonardo da Vinci che appare in versione ologramma per reclutare giovani coraggiosi che vogliono testare le sue invenzioni impossibili. Il giocatore potrà scegliere tra: l’Aliante; il Carro Armato; lo Scafandro; la Bombarda; la Vite Aerea. Con queste invenzioni, l’utente potrà giocare e immergersi nel mondo in Virtual Reality di Leonardo da Vinci grazie all’utilizzo di un Oculus. Nella versione VR il giocatore accetta la sfida con un cenno di assenso della testa.

La mostra sarà visitabile fino al 29 settembre 2019

Orari: tutti i giorni dal lunedì al venerdì ore 9.30 -20; sabato e domenica ore 9.30 – 21.30 (ultimo ingresso trenta minuti prima della chiusura).

LEGGI ANCHE

Festività pasquali a Palermo, i siti culturali comunali che è possibile visitare