Si sono lanciati con l’auto e hanno mandato in frantumi la vetrina del negozio. Una volta aperto hanno portato via il registratore di cassa e con la stessa macchina si sono dati alla fuga.

Ancora non è chiaro l’ammontare del bottino. E’ successo a Partinico dove da un po’ di tempo questi colpi si ripetono con una certa frequenza.

L’ultimo nella notte tra venerdì e ieri con allarme scattato in via Pascoli alle 2,35, a ridosso del quartiere di «zona Stadio».

Ad essere presa di mira la merceria Enjoy Shopping, la cui titolare di 27 anni, di nazionalità cinese ma da qualche anno trapiantata a Partinico, è rimasta letteralmente sconvolta per quanto accaduto.

L’attività, aperta nel 2016, è dotata di un sistema di allarme che è collegato con un’agenzia di polizia privata, la tenenza della Cs Police.

La pattuglia in pochissimi minuti è giunta sul posto ma dei ladri non c’era già più traccia.

Si sono portati via il registratore di cassa. Ad immortalare il colpo la telecamere di videosorveglianza in maniera anche abbastanza nitida.

Per l’esattezza sono stati necessari appena 38 secondi tra l’urto e il furto, così come documentato dall’occhio elettronico.

Immediatamente i vigilantes hanno girato la segnalazione ai carabinieri che hanno in mano la denuncia e soprattutto le immagini della videosorveglianza.

Dall’auto che si è catapultata contro il negozio si vede uscire una sola persona con il viso parzialmente coperto da quella che sembra una sciarpa e un berretto rosso.

Di corporatura longilinea, indossava un giubbotto di colore scuro e dei jeans classici. Su questi elementi, che non sono molti, stanno lavorando gli inquirenti. Non è escluso che si fossero complici.

L’auto usata per il furto, una Fiat 500 vecchio modello, è stata ritrovata poco lontano, in via Potenza e risulta essere stata rubata. Nel veicolo è stato anche ritrovato il registratore di cassa divelto da dove sono stati asportati i soldi che si trovavano custoditi.