Il frate laico Biagio Conte rivolge un appello al mondo in occasione della Giornata Mondiale della Terra. Un “appello urgentissimo per disintossicare il Mondo”, dice. Oggi si celebra la Giornata Mondiale della Terra e Fratel Biagio, fondatore della Missione Speranza e Carità di Palermo, che ospita 400 persone in difficoltà, lancia il suo appello per fermare l’inquinamento dell’ambiente.

Abbiamo stravolto il clima

“Come siamo stati in grado d’intervenire con leggi severe e restrittive per evitare il pericoloso contagio del virus, perché non si interviene subito per tante altri pericoli e mali che incombono nella nostra società? Perché non fermiamo questo mal vivere mettendo fine al forte dilagare dell’inquinamento? Abbiamo stravolto il clima, l’aria è diventata irrespirabile, non ci sono più le quattro stagioni, passiamo dal caldo al freddo e dal freddo al caldo in un solo giorno”. Secondo il missionario palermitano “tutti noi siamo responsabili di questo ingiusto inquinamento”.

Auto più sicure e meno inquinanti

Ma frà Biagio prega anche affinché diminuiscano gli incidenti stradali e che si possano costruire auto più sicure ma anche motori e vetture che non inquinano. “Altri pericoli incombenti su tutta la terra sono i veleni, i pesticidi, i diserbanti che si usano nell’agricoltura e ancora peggio quei diserbanti che vengono gettati per eliminare le erbe dai lati delle strade, dalle nazionali e superstrade. Con questi terribili veleni, stiamo danneggiando gravemente la natura”.

L’appello alle istituzioni

Leggi nuove e giuste e più severe, affinchè si tutelino i cittadini, la natura e l’ambiente”. Questo serve secondo Biagio Conte per iniziare a tutelare la Terra. Il missionario  fa appello ai goveratori. “Chi ci governa possa al più presto accogliere e amare la vita e la vera giustizia per il bene comune, mettendo fine a tutto questo mal vivere che non rispetta la vita e non tutela i veri diritti umani”.