Blitz all’alba della Polizia Municipale di Palermo lungo le strade di accesso alla città. I vigili urbani hanno effettuato una lunga serie di controlli contro l‘abbandono dei rifiuti e la così detta migrazione ovvero l’abitudine di tanti di portare con se i rifiuti dai comuni dell’immediata provincia di Palermo per scaricarli in città o dalle zone dove vige la raccolta differenziata per gettarli via, indifferenziati, nei cassonetti delle aree dove ancora non è iniziata.

Sono 60 le multe che sono state elevate in flagranza, per 4 persone è scattata la denuncia penale ed in tre casi il sequestro del mezzo utilizzato per lo smaltimento irregolare dei rifiuti.

L’operazione è stata condotta da 6 pattuglie in borghese e coordinata dal comandante della Polizia Municipale, presente anche il Vice sindaco.

La maggior parte delle multe elevate riguarda i residenti nei comuni limitrofi. Denunce e sequestri, invece, sono scattati a carico di cittadini palermitani. I sequestri sono già stati  convalidati dal magistrato di turno

Salgono così a 350 le multe elevate dalla Polizia Municipale a tutela del decoro urbano e contro l’abbandono incondizionato dei rifiuti.