Una bomba a mano simile ad un ordigno bellico russo degli anni ’50 è stata trovata a Bellolampo nell’impianto di trattamento meccanico e biologico (Tmb) dei rifiuti. La bomba, forse abbandonata in un cassonetto, si poteva innescare e creare gravi danni all’impianto.

L’ordigno è stato notato durante il ciclo di lavorazione dei rifiuti e si trovava dentro il Tmb. “Purtroppo questo ritrovamento ha bloccato ieri la lavorazione per circa quattro ore – dice il presidente Giuseppe Norata – Voglio sperare che sia stato il gesto di qualche cittadino che si sia voluto disfare dell’ordigno gettandolo nel cassonetto. Spero che non si tratti di altro.

Ieri nell’impianto sono arrivati i carabinieri che hanno preso l’ordigno che è stato fatto brillare dagli artificieri”. Sul ritrovamento sono in corso indagini. Nell’ottobre del 2018 un’altra bomba a mano era stata trovata tra i rifiuti. Anche in quel caso sono intervenuti i carabinieri e gli artificieri hanno fatto brillare l’ordigno.