La Giunta comunale di Palermo, nella seduta di ieri a Palazzo delle Aquile ha approvato una proposta dell’Area lavoro, Sviluppo Economico e Impresa, che definisce un percorso privilegiato per la parte del “Rum”, Regolamento Unico dei Mercati, che riguarda i mercati storici e le botteghe storiche e che disciplina, tra le altre, le attività di promozione e valorizzazione delle “Botteghe storiche” e dei “Mercati Storici“: Mercato Ballarò, del Capo, delle Pulci, della Vucciria, via Bandiera/ S. Agostino, via Montalbo.

Le disposizioni del regolamento interesseranno gli esercizi commerciali al dettaglio con sede fissa, quelli di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, attività artigianali e mercati su aree pubbliche.

“L’approvazione del percorso privilegiato della parte del Rum che riguarda i mercati storici e le botteghe storiche – hanno dichiarato il sindaco Leoluca Orlando e l’assessora alle Attività produttive, Giovanna Marano – conferma il percorso voluto dall’Amministrazione della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della città attraverso iniziative volte a rendere fruibili i luoghi storici della città ed attrarre un sempre maggior flusso turistico. Questo è anche la conferma della nostra attenzione in particolare per gli assi viari di via Roma e via Maqueda.

Il Rum, nella parte che riguarda i mercati storici e le botteghe storiche, decreta di fatto il sostegno ad attività commerciali singole ed associate con l’obiettivo anche di rivitalizzare i luoghi che oggi registrano delle difficoltà di natura economica.

Ogni attività iscritta all’Albo, così come già deciso dall’Amministrazione comunale, potrà utilizzare delle agevolazioni fiscali come la riduzione delle tariffe ici, tosap, imposta sulla pubblicità e le pubbliche affissioni, utilizzare la monetizzazione e/o la ridefinizione dei requisiti urbanistici ed avere delle facilitazioni, anche attraverso apposite disposizioni urbanistiche o regolamentari, l’utilizzazione dei locali degli edifici esistenti, anche dal punto di vista dei requisiti igienico -sanitari. Con l’approvazione del Regolamento, l’amministrazione potrà adottare, a favore delle attività iscritte all’Albo alcune altre agevolazioni, come la deroga in materia di orario di servizio dell’attività, interventi in materia di segnaletica stradale, diretti, quindi, a migliorare le condizioni di visibilità e accessibilità degli esercizi, promuovere manifestazioni culturali, campagne di comunicazione e iniziative di valorizzazione degli esercizi storici e, infine, inserimento nell’itinerario turistico che il Comune potrà pubblicizzare attraverso il proprio sito interne istituzionale.”