I carabinieri insieme ai funzionari dell’agenzia dogane e monopoli sezione di Palermo, hanno denunciato due titolari di centri scommesse nella zona dello Sperone e a Pallavicino.

Nel primo caso sono state contestate varie violazioni amministrative come raccolta di scommesse per eventi non inseriti nel palinsesto e l’assenza di importo minimo delle scommesse. Sono state elevate sanzioni per 10.000 euro.

Nel secondo caso a Pallavicino  il titolare di una sala giochi non era in possesso della licenza per l’esercizio dell’attività ed effettuava abusivamente alla raccolta di scommesse su siti non autorizzati. Contestate sanzioni amministrative per un totale di 205.000 mila euro.

I militari hanno sequestrato l’attività. Il gip ha convalidato il provvedimento.