Andare a Roma in aereo dalla Sicilia da ora in poi sarà un lusso per pochi.
La decisione di Vueling di sopprimere i voli da e per Roma, da Catania e Palermo, ha causato un incremento dei prezzi per queste tratte da parte delle due compagnie aeree rimaste, Ryanair e Alitalia.

Dopo l’addio di Vueling, i prezzi dei biglietti da e per Roma hanno raggiunto i 500 euro, tariffa che ovviamente scoraggia gran parte degli studenti fuori sede e vacanzieri che da un giorno all’altro si sono visti praticamente escludere la possibilità di scegliere l’aereo come mezzo di trasporto.

Ma i costi continuano a variare, ovviamente al rialzo. Come riporta Giuseppe Li Causi – storico e biografo di Franco e Ciccio – in un post su Facebook, il prezzo del biglietto per la tratta Palermo – Roma in queste ore ha sfiorato i 600 euro andata e ritorno.

E intanto montano il malcontento e l’indignazione. Qualcuno fa notare giustamente che con quella cifra si può raggiungere l’America, qualcun altro attribuisce la colpa alla politica.

La politica però ha risposto, lo ha fatto con Musumeci che chiede al governo nazionale di intervenire in questa situazione che ha la dimensione di un’emergenza. E’ prevista un’interrogazione parlamentare che nei prossimi giorni darà luogo a ulteriori sviluppi.