La polizia municipale di Palermo, nell’ambito dei controlli nei locali di somministrazione di alimenti e bevande predisposti dal comandante Gabriele Marchese finalizzati alla sicurezza alimentare, alla tutela del riposo notturno e al contrasto all’abusivismo, ha controllato tre locali, rispettivamente ubicati in via Conte Federico, (sequestrato perché abusivo), piazza Rivoluzione (occupazione di suolo pubblico e diverse irregolarità), via Napoli (musica ad alto volume) e comminato sanzioni per un importo totale di oltre 16.000 euro.

In corso Finocchiaro Aprile, invece, in intervento congiunto con i carabinieri è stata riscontrata la violazione dei sigilli di una attività di gastronomia precedentemente sequestrata dalla polizia municipale con i carabinieri della compagnia di San Lorenzo per occupazione abusiva della sede stradale con sedie e tavolini, senza le necessarie autorizzazioni.

In via Conte Federico gli agenti del Caep, il nucleo di controllo delle attività produttive hanno sequestrato un pub privo di tutte le autorizzazioni amministrative e sanitarie necessarie, che svolgeva illecitamente l’intrattenimento musicale con la somministrazione di alimenti e bevande ai tavoli. Nell’annessa cucina laboratorio l’addetto era privo del prescritto attestato di alimentarista. L’attività è stata immediatamente interrotta.

A piazza Rivoluzione, i due soci gestori di un pub sono stati denunciati in concorso perché si sono rifiutati di fornire indicazioni sulla propria identità personale, quando gli agenti hanno contestato loro l’occupazione abusiva di 30 metri quadrati di suolo pubblico corrispondente alla sede stradale antistante il locale. Gli stessi erano già stati denunciati in concorso per lo stesso reato e sanzionati, oltre che per occupazione di suolo pubblico, anche per la mancanza della certificazione sanitaria prevista per l’esterno del locale. Un addetto alla cucina è stato inoltre sanzionato perché sprovvisto del prescritto attestato di alimentarista.

In un pub di via Napoli gli agenti hanno sequestrato le apparecchiature musicali, per diffusione di musica ad alto volume all’esterno del locale, oltre l’orario consentito, con l’attività di intrattenimento gestita senza titolo da un disck jockey. Il locale, sebbene autorizzato alla somministrazione di alimenti e bevande ai tavoli, effettuava all’interno, l’attività abusiva di vendita al dettaglio di dischi e compact disk musicali. Gli agenti hanno sequestrato l’area adibita alla vendita e sanzionato il gestore per la mancanza di autorizzazione alla vendita al dettaglio e per l’assenza dell’alcool test. Due dipendenti del locale, impiegati come barmans al banco mescita, erano entrambi sprovvisti del prescritto attestato di alimentarista.

Infine in corso Finocchiaro Aprile gli agenti, intervenuti insieme ai carabinieri per verificare l’integrità dei sigilli di un gazebo sottoposto a sequestro pochi giorni fa, riscontravano la violazione dei sigilli ed il gazebo aperto al pubblico per la somministrazione di alimenti e bevande, con numerosi avventori all’interno. Gli agenti, su disposizione dell’autorità giudiziaria, riapponevano i sigilli distrutti e denunciavano il titolare, nominato custode giudiziario del sequestro, per violazione dei sigilli, sottrazione e danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e violazione colposa di doveri inerenti alla custodia.