E’ programmato per  lunedì 12 ottobre, il monitoraggio epidemiologico del Comune di Villafrati (Pa) per determinare l’eventuale revoca della ‘zona rossa’ istituita sette giorni fa attraverso un’ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci.

A condurre la ricognizione sanitaria sarà il Distretto di competenza dell’Asp di Palermo che effettuerà tamponi sugli ospiti della Rsa e sui cittadini in quarantena. Ieri, visto l’esito negativo di tutti i tamponi eseguiti, il governatore – d’intesa con l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, ha disposto la revoca della “zona rossa” per le quattro sedi della Missione “Speranza e carità”. Il divieto di entrata e uscita dalle strutture era stato stabilito lo scorso 19 settembre come misure per contrastare la diffusione del Coronavirus nel territorio della città di Palermo.

Oggi, intanto, secondo quanto comunicato al Ministero della Salute per la redazione del bollettino giornaliero, il dato dei ricoveri in Sicilia è aumentato complessivamente di sole 4 unità.

Intanto da ieri sera è stata revocata, dopo 22 giorni, la “zona rossa” nelle quattro sedi della Missione Speranza e Carità di Palermo. Lo ha deciso il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci – d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza – con un’ordinanza appena firmata, visto l’esito negativo di tutti i tamponi eseguiti sui soggetti ospitati nella Comunità.

Il divieto di entrata e uscita dalle strutture, per contrastare la diffusione del Coronavirus, era stato disposto dal governatore lo scorso 19 settembre, dopo gli oltre trenta casi di positività accertati fra gli ospiti del centro di Biagio Conte. La decisione rriva dopo che non è statoriscontrato alcun nuovo positivo al terzo tampone nella prima zona rossa post lockdown in Sicilia. La Missione di Biagio Conte a Palermo è stata teatro del diffondersi del virus in maniera preoccupante e non è stato facile far rispettare la zona rossa. Già al secondo controllo era stato solo uno il nuovo positivo. Adesso, al terzo tampone, si può certificare lo stop al contagio. Nessun nuovo caso.

Era stata la stessa La Missione Speranza e Carità di Palermo a comunicare che gli accolti e i missionari ( circa 300 persone) delle 4 comunità di accoglienza, in regime di zona rossa causa covid, sono tutti negativi al terzo tampone fatto in questi giorni.