L’evoluzione del turismo, del commercio e dei servizi, al centro dell’incontro che si è tenuto a Palazzo delle Aquile tra l’amministrazione comunale e la giunta di Confesercenti Palermo.

L’associazione degli imprenditori ha presentato varie proposte al sindaco Leoluca Orlando, al vicesindaco Fabio Giambrone e all’assessore alle Attività produttive, Leopoldo Piampiano, partendo dai temi ritenuti prioritari per rafforzare la competitività del territorio.

“Un confronto proficuo – dice Francesca Costa, presidente di Confesercenti Palermo – che ci ha permesso di ribadire la necessità di una collaborazione costante con gli enti locali, fondamentale per lo sviluppo economico di questa città. Bisogna infatti incoraggiare i giovani a fare impresa e, allo stesso tempo, tutelare gli imprenditori che ci sono già. Per questo abbiamo condiviso con l’amministrazione comunale, che ringraziamo per la disponibilità, idee e progetti che consideriamo necessari”.

Tra questi, la pianificazione delle azioni promo-commerciali da presentare al mercato turistico internazionale; il sostegno della destagionalizzazione del turismo, con la creazione di un polo congressuale e la riqualificazione della Fiera del Mediterraneo; l’abbattimento delle imposte municipali per le attività penalizzate dalla presenza di cantieri pubblici e la salvaguardia delle imprese che si trovano nelle aree della Ztl: “E’ necessario prevedere un numero di parcheggi sufficienti – ha detto durante il suo intervento Massimiliano Mangano, vicepresidente vicario e responsabile dell’area Commercio – con l’adeguamento del trasporto pubblico e l’inclusione, nel costo del pass giornaliero per la Ztl, di almeno due ore di sosta sulle strisce blu”. “Il sindaco Orlando, il vicesindaco e l’assessore – aggiunge Marco Mineo, responsabile di Assohotel Palermo – hanno accolto di buon grado le nostre proposte, anche sul fronte delle risorse per lo sviluppo turistico.

Tra queste, la possibilità di consentire agli albergatori di mantenere e non versare il 10 per cento supplementare dell’imposta di soggiorno, con l’obbligo di presentarne il rendiconto in base allo specifica normativa comunale”. Durante l’incontro è stato affrontato anche il tema del suolo pubblico e del regolamento per i dehors, inclusa la situazione dei fioristi che si trovano nei pressi delle aree cimiteriali: “E’ sempre più urgente l’approvazione delle modifiche all’attuale regolamento – è intervenuto il presidente di Assofioristi, Ignazio Ferrante – in modo da avviare azioni di adeguamento definitive”. Nel corso della riunione sono stati proposti anche interventi sulle aree demaniali marittime, per prevedere una mappatura sulle zone colpite dall’erosione e individuare misure volte alla loro difesa. Alessandro Cilano, presidente Fiba, ha inoltre sottolineato l’esigenza di valorizzare la Costa Sud: “I palermitani avrebbero così una valida alternativa a Mondello – ha precisato – in cui si verifica un sovraffollamento che non conviene più nemmeno ai commercianti”. Apprezzamento è stato espresso dal sindaco per l’iniziativa “Bit Good”, promossa da Confesercenti a livello nazionale e che presto partirà anche a Palermo, come ha illustrato il direttore Michele Sorbera: “Il servizio mette in relazione chi possiede delle eccedenze di prodotti alimentari e farmaci, dai produttori, ai distributori, fino ai ristoratori e ai privati, con le organizzazioni no-profit che ne effettuano la ridistribuzione”.

“Si tratta di un progetto dalle grandi finalità sociali – ha concluso Francesca Costa – che eviterà sprechi e prevede anche riduzioni sul pagamento della Tari e introduce detrazioni fiscali per i commercianti”.