La denuncia di Confesercenti Sicilia

Centri commerciali in affanno per restrizioni anti covid, calo del fatturato di oltre il 60%

Già ad inizio dicembre, Confesercenti aveva presentato un ricorso nazionale al Tar per impedire sul nascere la chiusura dei negozi all’interno dei centri commerciali e per “evitare di creare non solo un danno economico irreparabile alle imprese, ma che si potesse introdurre anche un elemento distorsivo della concorrenza con negozi della stessa tipologia, all’esterno dei centri commerciali aperti”.

L'iniziativa stamattina a Palermo

“Ripartiamo Insieme”, il settore ristorazione ed eventi chiede modifiche protocolli per tornare al lavoro (FOTO)

Sono queste in estrema sintesi le domande degli imprenditori del settore ristorazione ed eventi - Fipe, Assocom, Associazione Wedding Planner e Silb locali da ballo - aderenti a Confcommercio Palermo, che hanno dato vita oggi a una simbolica manifestazione di protesta e di proposta alla quale hanno preso parte alcune centinaia di imprenditori e dipendenti delle aziende del settore.

Domattina a Palermo in via Emerico Amari

Imprese ristorazione ed eventi al collasso, iniziativa pubblica a Palermo “Ripartiamo Insieme”

Oltre a una nutrita delegazione di imprenditori del settore sarà presente anche una “rappresentanza” dei dipendenti per sottolineare l’allarme occupazionale che deriverà dalla chiusura di molte aziende in difficoltà economiche che da un anno sono state private del diritto alla libera impresa e al lavoro e che non hanno finora ricevuto i promessi sostegni economici da parte delle istituzioni.

L'emergenza sanitaria

Confesercenti prende le distanze dalla protesta #ioapro “Unica strada da percorrere è la concertazione”

“Insieme alle proposte da presentare ai Comuni e a Roma, stiamo preparando anche ad un pacchetto di richieste da inviare al Governo regionale - annuncia Basile – Siamo convinti che occorra intervenire su tutti i livelli istituzionali e amministrativi per creare un paracadute e preparare il terreno ad una normalizzazione che, nel migliore dei casi, arriverà non prima del 2022”.