Drammatico incidente stradale. Un giovane di Belmonte Mezzagno è morto mentre era in macchina con i fratelli e un amico, tutti feriti come il conducente dell’altro mezzo coinvolto

La A13 era praticamente vuota. Gianluca Bisconti era al volante della sua Punto, in macchina con due fratelli e un amico.
Dovevano andare a Castelfranco. Non ci sono mai arrivati. Una Fiat 500 avrebbe tamponato l’utilitaria, sbalzandola fuori strada, in mezzo ai cespugli che costeggiano l’autostrada. Gianluca, 32 anni, originario di Belmonte Mezzagno (Pa), è volato fuori dall’abitacolo. Ed è morto sul colpo.

Il tragico incidente è avvenuto ieri sull’A13, in direzione sud, in territorio di Bentivoglio, a due chilometri dall’uscita Interporto.

Gli altri ragazzi che erano in macchina con Bisconti sono rimasti tutti feriti in maniera seria, ma non sono in pericolo di vita. Anche la 500 si è ribaltata nello scontro e l’uomo che era al volante, un quarantaquattrenne residente a Padova, è stato trasportato in ospedale.

Sono arrivate diverse ambulanze: vista la gravità del tamponamento, si è alzata in volo anche l’eliambulanza, per cercare di soccorrere il trentaduenne. È tornata indietro vuota. Per lui non c’è stato nulla da fare.

In autostrada le pattuglie della Stradale di Altedo hanno lavorato per soccorrere i feriti e chiarire la dinamica del tragico incidente, per capire per quale motivo il guidatore della 500 abbia centrato la Punto. Se a causa di una distrazione o di un malore. Anche i vigili del fuoco sono intervenuti con più squadre, per estrarre i feriti dalle macchine distrutte. L’A13 in direzione Bologna è rimasta chiusa per le operazioni di soccorso fra Altedo e l’Interporto.