Sparatoria allo Zen in via Rocky Marciano. Sono stati uccisi padre e figlio. Uno trasportato con un’auto a Villa Sofia, un secondo soccorso dai sanitari del 118 e portato anche questo in ospedale.

Sono intervenute nella zona diverse pattuglie della polizia. La zona è stata chiusa al traffico.

Ad essere raggiunti dai colpi di pistola sono Antonino Lupo di 53 anni e il figlio Giacomo 19 anni compiti ieri. I due abitano poco distante in via Agesia di Siracusa.

In ospedale a Villa Sofia sono presenti decine di agenti anti sommossa. La tensione allo Zen è altissima.

Questa sera attorno alle 18.30 era stato lanciato l’allarme. Qualcuno ha assistito alla sparatoria. Immediatamente sono arrivate le auto della polizia.

Gli agenti con tanto di giubbotti antiproiettile hanno iniziato a fare luce su quanto successo. Uno dei due feriti è stato trasportato in auto a Villa Sofia da alcuni  parenti. L’altro è stato soccorso dai sanitari del 118.

La corsa al pronto soccorso è stata inutile per entrambi. Sono arrivati morti.

Secondo una prima ricostruzione non è escluso che i due sono stati uccisi per un regolamento di conti nell’ambito della spaccio di droga. Antonino Lupo aveva diversi precedenti per spaccio di sostanza stupefacente.

In ospedale sono già arrivati il medico legale e il magistrato. I due corpi saranno spostati nella camera mortuaria per consentire ai medici del pronto soccorso di riprendere la normale attività.

Le indagini della squadra mobile stanno cercando di fare sul duplice omicidio che ha insanguinato la notte a Palermo.