Estorsione e violenze in famiglia sono i reati contestati a un quarantasettenne di Bagheria, raggiunto da un provvedimento del Gip di Termini Imerese, eseguito dalla Polizia, che l’ha allontanato da casa e ha disposto l’applicazione del braccialetto elettronico.

L’uomo avrebbe costretto la moglie a consegnargli denaro.

La donna, inoltre, avrebbe subito umiliazioni, violenze e minacce anche in presenza della figlia minore.

La vittima aveva querelato il marito e successivamente, dietro l’apparente ravvedimento dell’uomo, aveva ritirato la denuncia, ripresentata quando l’uomo aveva ricominciato a vessarla.

Per la prima volta, a seguito dell’entrata in vigore del cosiddetto Codice rosso, il personale del Commissariato di Bagheria, sul proprio territorio di competenza, ha dato esecuzione alla misura del braccialetto elettronico per un indiziato del reato di maltrattamenti in famiglia.