È stato il più grande flop del precedente governo,. Un iter lungo e travagliato che ha investito e in alcuni casi demolito, la vita di decine di migliaia di siciliani. E’ l’Avviso 8 della Formazione professionale bandito nel 2016 e al centro di ricorsi, revisioni, annullamenti e contro ricorsi. Finalmente l’Avviso si sblocca. E’ stata pubblicata, sul sito del Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione professionale della Regione Siciliana, la graduatoria relativa proprio a quell’Avviso del 2016, riguardante le istanze di concessione dei contributi  per la “Realizzazione di percorsi formativi di qualificazione mirati al rafforzamento dell’occupabilità in Sicilia” che impegna risorse per un ammontare di oltre 137 milioni di euro.

Si tratta della ridefinizione della graduatoria dell’Avviso 8 che si aggiunge ai percorsi di formazione professionale riavviati dall’Avviinvestito e so 2. Questo atto sembra fare definitiva chiarezza sul percorso dell’Avviso 8, oggetto di un travagliato e lungo contenzioso che oggi pare finalmente superato a seguito dell’ultimo pronunciamento del TAR che, pur con le prescrizioni relative alla revisione dei punteggi, ha dato sostanziale ragione alla Regione Siciliana in termini di legittimità della procedura. Il risultato ottenuto è salutato con soddisfazione dall’assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale, Roberto Lagalla, poiché le risorse riferite all’Avviso 8, al termine dell’iter amministrativo che adesso può essere avviato per la loro utilizzazione, potranno garantire, nell’arco di alcuni mesi, continuità all’attuale Avviso 2 che ha rimesso in pista i corsi di formazione professionale. Sarà quindi possibile fornire continuità al comparto e ulteriori garanzie agli operatori, non ancora del tutto riassorbiti nelle loro funzioni.

“Acquisito il disco verde sulla sopravvivenza dell’Avviso 8 – dice l’assessore Roberto Lagalla – quest’ultimo potrà iniziare, già dalle prossime settimane, il suo percorso istruttorio ed amministrativo. È facile prevedere che, salvo ulteriori contenziosi, i corsi finanziati potranno partire dalla tarda primavera del prossimo anno, quasi in coincidenza con le prime chiusure dei corsi già avviati per effetto dell’Avviso2, attualmente in corso. Andando oltre le polemiche del passato relative all’Avviso 8, ritengo che esso potrà garantire l’operatività della formazione professionale, assicurando la continuità dei percorsi, fornendo risposte adeguate e coerenti all’utenza, ai lavoratori e al mondo della formazione”.

SCARICA QUI AVVISO 8 LA GRADUATORIA COMPLETA

SCARICA QUI AVVISO 8 I NON IDONEI

SCARICA QUI AVVISO 8 I NON AMMESSI