Il futuro del Paese, il futuro dell’amministrazione deve essere digitale. Per il Forum Pa 2019 una sfida fondamentale della quale si è parlato anche con le Regioni. E per la Sicilia in prima linea non poteva che esserci il Vice Presidente Gaetano Armao che del tema digitalizzazione ha fatto un suo cavallo di battaglia già dalla sua prima esperienza ad governo regionale

“Il digitale è la piattaforma sulla quale l’amministrazione pubblica si avvicina al cittadino e alle imprese,  semplifica la propria attività, la rende accessibile ma anche controllabile attraverso gli strumenti degli open data e open government” ha detto l’assessore regionale all’Economia prendendo parte ai lavori del Forum Pa.

“Il nostro obiettivo su cui stiamo investendo è l’agenda digitale siciliana che è la seconda agenda digitale europea ed ha avuto un  incremento lo scorso anno dopo che nella precedente gestione c’era stato undel 100% della spesa – prosegue -. Stiamo lavorando sulla banda ultralarga che è l’elemento essenziale dell’infrastruttura che nelle zone bianche vedrà un investimento di 240 milioni di euro che stiamo realizzando con Open Fiber e Infratel. Un investimento che consentirà nel 2022 alla Sicilia di essere l’area più digitalizzata del Mediterraneo. Questa esigenza infrastrutturale si connette con il ruolo nodo della Sicilia nei cavi sottomarini che da Occidente ad Oriente portano dati. Inoltre stiamo lavorando anche sul fronte dei servizi al cittadino, un esempio per tutti Pago Pa. Mettiamo insieme cosi servizi, infrastrutture e norme, vedi la legge sulla semplificazione amministrativa approvata in questi giorni, un percorso unico di un’amministrazione al servizio del cittadino”.