Furto in casa di professionista, rubati gioielli ed orologi per 100mila euro

I ladri sono entrati in casa hanno scassinato la cassaforte e si sono portati via circa centomila euro tra soldi, gioielli e orologi in casa di un professionista a Palermo. La vittima un medico estetico che vive nella zona di Pallavicino. I ladri hanno forzato una porta finestra e poi con il flex hanno aperto la cassaforte portando via tutto quello che c’era dentro.

Sul furto indagano i carabinieri della stazione San Filippo Neri.

La vittima si sarebbe accorta del colpo quando è rientrata. Il sistema di videosorveglianza installato nell’abitazione ha ripreso i ladri in azione.

Tentano la fuga dopo un furto in un’abitazione, due arresti

Pochi giorni fa, due giovani stranieri visti, per la prima volta, a bordo di un’autovettura insospettiscono un equipaggio della sezione radiomobile dei carabinieri di Giarre, in via Pio La Torre di Riposto. I militari dell’Arma hanno deciso di procedere ad un controllo intimando al conducente di accostare il veicolo, tuttavia, il ragazzo alla guida, anziché arrestare la marcia, al fine di evitare il controllo, ha cercato di allontanarsi aumentando la velocità, mettendo peraltro in pericolo l’incolumità degli utenti della strada.

Fatta l’inversione di marcia ed attivate sirene e lampeggianti, i carabinieri hanno inseguito l’auto, un Citroen C4 Picasso, i cui occupanti, vedendosi raggiunti, sono scesi dall’auto e, abbandonandola, sono fuggiti a piedi. Benché molto giovani, i due, rispettivamente di 22 e 24 anni, non hanno corso abbastanza velocemente così da evitare di essere raggiunti dai carabinieri che li hanno bloccati.

Dagli accertamenti effettuati sul veicolo gli operanti hanno constatato che risultava provento di un furto commesso poco prima ad Acireale ai danni di un 40enne del posto, che l’aveva lasciata chiusa nel cortile condominiale di residenza. Nello specifico, l’attività d’indagine compiuta dagli uomini della sezione radiomobile ha consentito di accertare che, almeno uno dei due giovani, si era introdotto, mediante la forzatura di una finestra, all’interno dell’abitazione della vittima rubando – oltre a alcuni oggetti tra cui una videocamera e un binocolo – anche le chiavi della Citroen a bordo della quale è stato successivamente fermato unitamente al connazionale.

I due giovani sono stati arrestati dai carabinieri per furto in abitazione, furto di autovettura e resistenza a pubblico ufficiale e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria che, all’esito dell’udienza di convalida, ha disposto solo nei confronti del 24enne l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.