L’ICE 52 Primavista Lauria di Gabriele Bruni e il Maxi Vera di Miguel Galuccio sono i vincitori dei due trofei challenge in palio nella quindicesima edizione della Palermo-Montecarlo, la regata d’altura organizzata dal Circolo della Vela Sicilia, con la collaborazione dello Yacht Club de Monaco e dello Yacht Club Costa Smeralda, che si è conclusa ufficialmente oggi con l’arrivo delle ultime barche della flotta partita mercoledì dal golfo di Mondello a Palermo.

Il vincitore assoluto è Primavista Lauria, la barca del Circolo Canottieri Roggero di Lauria con a bordo l’equipaggio allestito da Gabriele Bruni, assente perché impegnato in Giappone con la Nazionale Olimpica nel Test Event di Enoshima (è il coach del catamarano Nacra 17), e dallo skipper Gaetano Figlia di Granara.

Primavista si è aggiudicato il Trofeo Angelo Randazzo per la vittoria “overall” che calcola alcuni parametri per equiparare le barche di diversa stazza e avere una classifica unica. A bordo di Primavista Sandro Montefusco, Matteo Ivaldi, Andrea Caracci e i siciliani Giuseppe Leonardi e Mario Noto.

Vera, con a bordo lo skipper olandese Bouwe Bekking che ha compiuto 8 giri del mondo a vela, e l’azzurro di Londra 2012 Michele Regolo, si è invece aggiudicato il Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita come primo scafo ad arrivare sul traguardo di Montecarlo in tempo reale tagliando la linea dell’arrivo sabato 24 agosto alle 5,13, dopo aver chiuso le quasi 500 miglia del percorso in due giorni, 17 ore e 13 minuti. Al traguardo anche l’ex campione di sci croato Ivica Kostelic a bordo del Class 40 Croatia Full of Life Ola e Zeneha Takesha di Natale Lia con a bordo i giovani della scuola di vela del Circolo della Vela Sicilia.

(Nella foto Paola e Marina Randazzo alla premiazione della Palermo Montecarlo)