Ecco gli indagati nell’operazione Octopus dei carabinieri: Massimo Mulè, 47 anni, Andrea Catalano, 52 anni, Giovanni Catalano, 44 anni, Vincenzo Di Grazia, 39 anni, Gaspare Ribaudo, 28 anni, Antonino Ribaudo, 52 anni, Cosimo Calì, 46 anni, Emanuele Cannata, 24 anni, Mario Giordano, 18 anni, Emanele Rughoo Tejo, 43 anni, Francesco Fazio, 22 anni.

Le indagini, coordinate dalla Dda, hanno fatto emergere nell’operazione Octopus gli interessi di cosa nostra – nel capoluogo siciliano e in provincia – sul controllo di importanti aspetti organizzativi legati alla gestione dei locali notturni.

L’organizzazione mafiosa è riuscita ad controllare la gestione la gestione dei servizi di sicurezza privata nel locali imponendo gli addetti ai servizi di vigilanza e le tariffe per ogni operatore impiegato.