La prossima gara del campionato italiano powerlifting si svolgerà ad Alimena, piccolo paese in provincia di Palermo, reso famoso negli ultimi anni proprio per questa disciplina.

Alimena, infatti, sta diventando uno dei centri più floridi per lo sviluppo del powerlifting e uno dei protagonisti e divulgatori in Sicilia è sicuramente Francesco Lo Porto, nato e cresciuto in questa cittadina nonché organizzatore della competizione prevista per giorno 24 Aprile 2016.

Francesco, 36 anni, inizia i suoi allenamenti all’età di 16 anni quando ancora il powerlifting era sconosciuto o menzionato solo in qualche rivista.
L’unico sport accessibile nelle palestre, in quegli anni, era il body building le cui finalità erano più concentrate sull’estetica del corpo piuttosto che sul gesto atletico.
Francesco interrompe i suoi allenamenti in palestra e comincia ad approcciare con esercizi che gli permettevano di sviluppare progressivamente la forza, alzando dei pesi sempre maggiori.
Il work out prevedeva un allenamento con attrezzi non convenzionali, costruiti con strumenti rurali e dischi di cemento.
Ci si allenava come si poteva per raggiungere l’unico fine: diventare sempre più forti!

Dal 2008, Lo Porto inizia le sue competizioni in varie città mondiali stabilendo primati rilevanti e record importanti, quali 1° classificato Raw, titolo acquisito nel campionato regionale di powerlifting a Siracusa, o 1° premio assoluto per l’alzata più alta in gara.

Nel 2012 affronta la sua competizione mondiale a Lione, in Francia di stacco, squat e panca che lo vede 3° classificato; nello stesso anno a Ginevra, in Svizzera, si aggiudica il titolo di 1° classificato e nuovo record italiano di squat.

Nel 2015 partecipa al campionato mondiale WPA a Lutsk, in Ucraina e si aggiudica il titolo di 1°classificato per lo stacco da terra, nella categoria mediomassimi e categoria Submaster.
In seguito agli Europei single lift WPA 2015 a Lodz, in Polonia, viene premiato come
1° classificato categoria mediomassimi e vincitore assoluto della competizione su stacco da terra (270 KG A 78.20 Kg di peso corporeo).

Il nostro atleta mondiale vanta un record italiano WDFPF di Squat, conseguito nell’anno 2012, di 212,5 Kg a 80 Kg di peso corporeo, e un record mondiale WPA di stacco da terra, conseguito nell’anno 2015, di 270 Kg a 78, 20 kg di peso corporeo.

Ripercorrendo il proprio vissuto e i sacrifici sostenuti per arrivare alla meta tanto ambita, Francesco decide di fondare, insieme ad altri powerlifter, l’associazione sportiva Sicilia Powerlifting; “perchè nessuno debba affrontare da solo le difficoltà che ho dovuto affrontare io” – come sostiene lui stesso, e dare l’opportunità a molti ragazzi di allenarsi e gareggiare in modo sano e competitivo.

Da qualche anno Sicilia Powerlifting è anche riferimento nazionale per la WPA in Italia.
La WPA è una delle maggiori federazioni di powerlifting attive sia in America che nell’est Europa, definita come la zona madre del powerlifting.
Fra gli sponsor di Sicilia Powerlifting, c’è anche Iron Tool un’azienda siciliana che si occupa di costruire attrezzature per palestre che supportano gli allenamenti anche di atleti come i powerlifters, tra i più esigenti a livello di sicurezza e robustezza. Il connubio fra i due nasce proprio dalla passione di Iron Tool per l’allenamento con i pesi liberi.Questo settore, infatti, è poco trattato dalla maggior parte delle aziende costruttrici di attrezzature per il fitness che si dedicano per lo più a macchinari isotonici che poco vengono usate, invece, dagli atleti di powerlifting.
L’appuntamento per questa tappa del Campionato Italiano Powerlifting è, quindi, il 24 Aprile ad Alimena e speriamo che sarà il trampolino di lancio per tutti gli atleti che vogliono iniziare a gareggiare in campo internazionale con WPA.