Visita in provincia di Palermo per il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia. Di mattina a Palermo, nel pomeriggio a Corleone per un incontro su autonomia differenziata e opportunità per le Regioni a Statuto Speciale.

In mattinata il ministro ha incontrato a Palermo una delegazione dell’Asael, associazione che riunisce gli amministratori locali siciliani, guidata dal presidente Matteo Cocchiara. Nella sede dell’Aseal è stato trattato il tema dell’autonomia differenziata istituita con una legge quadro che, come ha affermato Boccia, è stata condivisa con le Regioni e che, dopo il passaggio in Cdm, approderà in Parlamento.

Secondo il ministro, inoltre, il provvedimento porterà dei benefici tangibili agli enti locali. “’Abbiamo previsto un fondo di perequazione infrastrutturale con una dotazione di base di 3,4 miliardi in dieci anni che aumenteranno gradualmente, con il vincolo di priorità per tutte quelle aree in ritardo di sviluppo – ha aggiunto Boccia -. Gli investimenti in infrastrutture, strade, porti, aeroporti, fibra ultraveloce e reti saranno vincolati prioritariamente alle aree interne, aree di montagna, periferie perché’ la nostra idea di autonomia si traduce in lotta senza quartiere alle diseguaglianze”.

L’associazione, fondata da Piersanti Mattarella, ha consegnato al ministro un documento che contiene alcune proposte normative per rendere più agevole e fruttuoso il lavoro degli amministratori locali. “Ringraziamo il ministro Boccia per l’attenzione dimostrata nei confronti dei nostri suggerimenti – ha affermato Cocchiara -. Per sindaci e assessori è importante sapere che il governo è pronto ad ascoltare la voce di chi ogni giorno affronta e tenta di risolvere da vicino i problemi dei cittadini”.

Questo pomeriggio il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie sarà a Corleone, al centro internazionale di documentazione sulle mafie e del movimento antimafia per un confronto con sindaci, cittadini e amministratori locali sull’Autonomia differenziata e le opportunità per le Regioni a Statuto Speciale.

Insieme al ministro Boccia, parteciperanno all’incontro Carmelo Miceli, componente della Commissione Bicamerale Antimafia; Nicolò Nicolosi, sindaco di Corleone e presidente dell’Assemblea del Consorzio Sviluppo e Legalità; Leonardo Spera, presidente dell’Unione dei Comuni del Corleonese e coordinatore di ANCI Giovani Sicilia; Tommaso Di Giorgio, presidente dell’Unione dei Comuni della Valle del Sosio.