La denuncia della Cgil

Tagliato un albero d’ulivo in un vigneto confiscato alla mafia

L’albero era stato piantato nel 2014 nelle terre tolte alla mafia per ricordare la dirigente della Cgil impegnata coi campi di lavoro e di studio a rinforzare il “ponte della solidarietà” tra la Toscana, la Sicilia e Corleone. Sul gesto, a carico di ignoti, intervengono la Cgil Palermo e la Cgil di Corleone.