Il Presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, è arrivato nel luogo della strage di Capaci e ha, deposto una corona d’alloro sotto la Stele dedicata al giudice Giovanni Falcone e agli uomini della sua scorta in occasione del XXVII anniversario dell’eccidio. Il primo ministro ha visitato il “Giardino della memoria”. Il corteo poi proseguirà per raggiungere l’Aula Bunker del carcere dell’Ucciardone dove si svolgono le celebrazioni istituzionali del 27° anniversario della strage di Capaci.

“Oggi siete qui in un clima di festa oggi ricorre l’anniversario di una tragedia ricordiamo un giorno di dolore.  Questa commemorazione è diventata la festa della legalità. Ricordiamo chi ha sacrificato la vita per contrastare la mafia. Oggi dobbiamo tutti sorridere perchè è il modo migliore per ricordare i nostri morti”.

Cosi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte parlando agli alunni delle scuole riuniti nel Giardino della memoria a Capaci. Il presidente ha chiesto ai ragazzi cosa è legalità. Una alunna ha risposto “il rispetto di tutti e delle leggi” . “Il rispetto delle leggi è fondamentale – ha aggiunto Conte – La mafia non ama le leggi. Ama le proprie leggi. Quelle dell’arbitrio della forza e dei soprusi. Il contrasto della mafia è il rispetto dei percorsi democratici” .