È trascorso il primo mese e ancora c’è tanta strada da fare ma vedere la città, di notte, illuminare ed aprire i suoi tesori per i propri cittadini è stato emozionante, pieno di significati e di speranza.

In fisica quantistica nessun oggetto ha una posizione definita se non quando interagisce con qualcos’altro. Come se le cose non esistessero sempre, ma si materializzassero in un luogo preciso solo quando sbattono contro uno sguardo. Ed è così che sono questi luoghi. Pieni di storia e di vita, esistono solamente quando ci avviciniamo e li ammiriamo. Per questo vale la pena di viverli ancora, per questo esiste RestART con le sue Notti della Bellezza, per non farli smettere di esserci e di parlarci.

RestART non è soltanto visite ai siti di Palermo, è vita, anzi è un ritorno alla vita che risulta necessario in un momento storico in cui la vita non è scontata, in cui nulla si deve più dare per certo ed in cui la iper citata frase di Dostoevskij: “La bellezza salverà il mondo”, mai come in questi tempi sembra diventare essenziale ed opportuna.