“In più di una occasione abbiamo segnalato la presenza di insetti in diversi padiglioni del’ospedale Civico, sottolineando, inoltre, la presenza costante di zanzare anche nelle terapie intensive e di scarafaggi in diversi servizi. In qualche sparuto caso sono stati fatti degli interventi assolutamente palliativi, che non hanno minimamente risolto i problemi segnalati”.

Lo affermano il segretario provinciale Enzo Munafò e il segretario aziendale Mario Di Salvo del sindacato Fials-Confsal.

“Inoltre – prosegue la nota – tutti i fumi di scarico dei gruppi elettrogeni che periodicamente vengono accesi e invadono i locali della Radiologia, Tac, risonanza magnetica. Ad oggi non è mai pervenuta alcuna risposta ufficiale, nonostante le note e le sollecitazioni reiterate”.

Nei giorni scorsi la procura ha aperto un’inchiesta sulla denuncia dei familiari di Vincenzo Oliveri, 70 anni, morto a Palermo che per quasi due mesi è rimasto ricoverato nel reparto di Pneumologia del Civico di Palermo. E con lo smartphone, sostengono i suoi parenti, ha documentato l’assalto delle formiche.