I finanzieri del nucleo di Polizia economico-finanziaria di Palermo, in collaborazione con il Servizio Centrale Investigazioni sulla Criminalità Organizzata, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia, stanno eseguendo 6 ordinanze di custodia cautelare in carcere e il sequestro preventivo di 2 società su un provvedimento emesso dal gip del tribunale di Palermo.

L’indagine ha consentito di portare alla luce una vera e propria organizzazione finalizzata a gestire gli investimenti della famiglia mafiosa dell’Acquasanta-Arenella dei Fontana di Palermo, i cui vertici, usciti di galera,  si erano stabiliti a Milano.

Le attività di esecuzione delle misure cautelari reali e personali vedono impegnati oltre un centinaio di militari del Nucleo Pef di Palermo, con il supporto dello Scico di Roma, del Nucleo Pef di Milano, dei Gruppi di Milano e Palermo; impiegati anche le unità cinofile e un elicottero della Sezione Aerea di Palermo.

In carcere sono finiti  Rita Fontana 30 anni, Giovanni Fontana 41 anni, Gaetano Pensavecchia 58 anni, Filippo Lo Bianco 54 anni, Michele Ferrante 36 anni Domenico Passarello 43 anni.