Il leader d’Italia Viva, Matteo Renzi, farà tappa in Sicilia a settembre. In programma una due giorni per presentare il suo ultimo libro e per incontrare i vertici locali del partito. Lo annuncia Davide Faraone, capogruppo del partito di Renzi al Senato, sul suo blog. Sarà un incontro tra “donne e uomini che non si rassegnano ai populismi, ai conservatorismi e che con noi vogliono cambiare la politica in Italia, in Sicilia”, dice il senatore palermitano in vista della Leopolda di novembre.

Faraone in giro per la Sicilia

Davide Faraone ed Elena Bonetti intanto sono stati in giro per la Sicilia. La ministra alla Famiglia e Pari Opportunità è stata a Catania, prima a Librino e alla Comunità Sant’Egidio. “Abbiamo ascoltato, abbiamo raccontato quello che stiamo facendo al governo, abbiamo detto che restiamo un punto di riferimento per chi crede nel cambiamento”, racconta Faraone che la scorsa settimana ha anche incontrato Teresa Bellanova, viceministra alle Infrastrutture. “Abbiamo fatto un viaggio altrettanto importante toccando Centuripe, Enna, Gela, Catania per fare il punto con imprese, amministratori e cittadini sul tema delle infrastrutture. Abbiamo incontrato imprenditori agricoli, comitati e i vertici dell’aeroporto della città Etnea. C’è una Sicilia viva, che lavora, produce, bella e possibile”.

Le iniziative del partito di Renzi

E Faraone annuncia in Sicilia tre iniziative tra ottobre e novembre. “Sulla cultura, andremo da Antonio Presti all’Atelier sul mare, una sul lavoro, proporremo un modello per trovare nuova occupazione ed uno di contrasto alla povertà alternativi al reddito di cittadinanza e infine parleremo di sviluppo e ambiente, due parole che possono camminare di pari passo”.

Il partito si apre ai giovani e guarda alle amministrative

Poi un annuncio. “Costruiremo l’organizzazione giovanile d’Italia Viva siciliana e la terza edizione di Futura, la scuola under 30 in Sicilia. L’abbiamo programmata dal 29 al 31 ottobre. Un sacco di ospiti e tante sorprese perché ci aspetta un anno faticoso e affascinate, le amministrative a Palermo e le regionali in Sicilia”.