“Donne innocenti che spariscono in una contesto scenografico con al centro i Colli Piacentini ove, tra nebbia e crepuscolo che si fondono, la campagna assurge ad unico testimone di ciò che avviene. La trama assai avvincente, complice l’incalzare dello scrivere, cattura il lettore in questa perfetta iperbole in cui si alternano dialoghi scorrevoli e scene di sesso a volte davvero crude.
Il libro, “La memoria dei corpi”, con la perfetta e solida impalcatura, cattura con efficacia il lettore che vive un vero e proprio viaggio nel mistero nel tentativo di sciogliere dubbi ed interrogativi e, ancor di più, scoprire l’assassino.”

In questa sintesi, ci spiega Emanuela Lo Cascio organizzatrice per Il Tuareg Eventi delle presentazioni in Sicilia del libro di Marina Di Guardo, troviamo parecchi elementi che spiegano il perché di tanto successo.
Marina Di Guardo,”Sicilianissima Dentro”, trova in questo viaggio “nella Sicilia della Cultura” ulteriori motivi di orgoglio per le origini da lei rivendicate.

Le presentazioni sono previste a Mazara del Vallo, il 15 Maggio ore 18.00 presso Il Collegio dei Gesuiti, a Palermo il 17 Maggio ore 18.00 presso La Feltrinelli, a Noto il 18 Maggio ore 18.30 presso il Cortile del Convitto delle Arti, a Modica il 19 Maggio ore 18.00 presso l’Auditorium Pietro Floridia e a Catania il 20 Maggio ore 18.00 presso La Feltrinelli.

Inoltre è prevista una conviviale con il Rotary Club Palermo Montepellegrino il 16 Maggio presso il Grand Hotel Wagner, Club che insieme all’autrice promuove due momenti sociali di estrema sensibilità.

Si tratta dell’incontro con studenti di Scuole Superiori in occasione del quale sarà affrontato il tema dell’importanza del ruolo della famiglia nella crescita e sviluppo della persona e l’incontro con i pazienti del reparto pediatrico dell’Ospedale V. Cervello. L’autrice leggerà una favola ai piccoli degenti ed il Rotary Club Palermo Montepellegrimo donerà dei libri ed altro materiale di supporto per la ludoteca del reparto.

Quindi un ‘Book Tour’ che, oltre alla presentazione di un Thriller sapientemente scritto, si pone obiettivi sociali e, perché no, la voglia di esaltare il bello della nostra Sicilia.

Marina Di Guardo, novarese di nascita, cremonese di adozione, catanese di origine. Torna nella sua Sicilia, “terra che ha nel cuore”, per presentare il suo ultimo thriller “La Memoria dei Corpi”, edito da Mondadori. Ha precedentemente pubblicato i romanzi “L’inganno della seduzione” (2012) e “Non mi spezzi le ali” (2014), pubblicati dalla casa editrice Nulle Die; “Bambole gemelle” (2015) per Feltrinelli, nella collana digitale Zoom; il racconto horror “Frozen bodies” (2016) per la Delos Books; Il romanzo “Com’è giusto che sia” (2017) edito Mondadori.