Si terranno mercoledì a Mondello nella Chiesa Maria SS. Assunta di Valdesi i funerali di Giuseppe Nicoletti lo sfortunato giovane giornalista morto nell’incidente stradale avuto con il padre il 30 dicembre lungo la Palermo – Messina.

L’ultimo saluto al giovane, noto a tutti come Peppe, sarà nella città in cui è nato e cresciuto, nella sua Palermo, nella sua Mondello. Peppe è stato ricordato a Catanzaro, durante i funerali di suo padre Vincenzo, ma la celebrazione delle sue esequie è fissata a Mondello dove parenti e amici potranno dare l’estremo saluto al trentottenne, morto sabato dopo cinque giorni in terapia intensiva all’ospedale Giglio di Cefalù.

Era rimasto coinvolto insieme al padre Vincenzo, 75 anni, lo scorso 30 dicembre, in un terribile incidente sull’autostrada Palermo-Messina, poco prima dello svincolo di Cefalù. I due viaggiavano su una Nissan Qashqai che procedeva in direzione Messina, quando subito dopo un rettilineo in discesa, il Suv ha tamponato un autocarro che era fermo nella corsia d’emergenza. L’impatto è stato devastante. Il genitore, un ingegnere di Catanzaro, è morto sul colpo; il figlio è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva della Fondazione Giglio di Cefalù ed è stato tenuto in vita grazie alla ventilazione assistita, fino alla dichiarazione di morte cerebrale, avvenuta sabato nel tardo pomeriggio: troppo gravi le ferite riportate nell’impatto, nonostante un disperato intervento per salvare la vita al giovane.

La polizia stradale di Buonfornello intanto continua le indagini per ricostruire la dinamica della tragedia, come racconta il giornale di Sicilia in edicola l’impatto tra il Suv e il mezzo pesante è stato tremendo, tanto che i vigili del fuoco hanno impiegato più di 4 ore per estrarre i corpi dall’auto, ma il resto è ancora da stabilire. L’incidente è avvenuto qualche metro dopo un curvone, vicino all’Hotel Costa Verde, teatro in passato di numerosi sinistri, ma lo schianto è avvenuto in un tratto rettilineo. Un’ipotesi è quella che chi era alla guida abbia perso il controllo della Nissan proprio all’uscita dalla curva, probabilmente a causa dell’asfalto scivoloso per la pioggia, per poi andarsi a schiantare contro il mezzo pesante, fermo a lato della carreggiata.