La Cgil ha consegnato oggi alla missione “Speranza e Carità” di Biagio Conte una prima somma raccolta tra
dirigenti, dipendenti e iscritti della Cgil di mille euro. La colletta di solidarietà nei confronti della missione, per contribuire all’acquisto dei capannoni dell’ex Fonderia Basile di via Archirafi, andrà avanti in tutte le sedi e le categorie del sindacato.

Il segretario di Cgil Palermo Enzo Campo, dopo una visita nei locali della missione, si è intrattenuto per più di un’ora con Biagio Conte.

“Tra noi c’è stato uno scambio interessante di idee e molta assonanza. Abbiamo parlato molto di solidarietà e di inclusione sociale e del nostro rispettivo ruolo e ci siamo ritrovati vicini. Entrambi, sia la Cgil che la missione, stiamo dalla parte dei più deboli, dei più poveri, dei migranti. Siamo impegnati con la stessa forza nella difesa degli interessi e dei diritti dei cittadini e dei lavoratori e, nella ricerca delle soluzioni, davanti alle crisi e ai momenti di difficoltà, il nostro modo di sentire è simile: è quello di combattere l’accerchiamento della solitudine per non far perdere al disoccupato, al senza tetto o al lavoratore dal futuro incerto, la speranza”.

“Palermo è una città generosa nei confronti dei poveri e dei migranti ma anche povera e disperata, nel dramma vissuto da migliaia di persone senza lavoro – ha aggiunto Campo – Oggi c’è stato il corteo di Almaviva per le strade del centro: ho spiegato a Biagio Conte che i lavoratori dei call center sono la nuova classe operaia della città. E anche la Cgil vuole essere più vicina alle periferie: abbiamo rinnovato le sedi di Brancaccio e dello Zen, portando tutti i servizi nei quartieri disagiati della città, dove mancano gli spazi di aggregazione e la gente è lasciata da sola”.

Alla fine dell’incontro, con l’intenzione annunciata di qualche iniziativa da intraprendere assieme, il segretario Enzo Campo ha donato a Biagio Conte, che l’ha subito indossata sul saio, la spilla col quadrato rosso simbolo della Cgil.