Quindicimila euro di multe sono state elevate ieri sera nel corso di un controllo alla Vucciria a Palermo. Gli interventi sono scattati in piazza Caracciolo e in piazza Garraffello in collaborazione tra gli agenti di polizia, della polizia municipale, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri e di personale dell’Asp, del Dipartimento di Prevenzione Veterinario.

Il nuovo blitz è scattato all’indomani della protesta dei residenti che erano andati con i cuscini a dormire in piazza Pretoria sotto la sede del Municipio di Palermo

Al titolare di un esercizio commerciale di Discesa dei Maccheronai sono state contestate numerose violazioni di natura fiscale, nonché la mancata applicazione di procedure di autocontrollo degli alimenti. Sempre nel locale è stata sequestrata l’attrezzatura musicale per 5 giorni con sanzione amministrativa per la violazione della relativa ordinanza Sindacale. In due pub della zona, le forze dell’ordine impegnare hanno riscontrato gravi carenze igienico-sanitarie.

Nel corso dell’attività sono state identificate 26 persone, di cui 21 con precedenti di polizia. Durante il tentativo di identificazione di un palermitano di 38 anni L.C., è stato arrestato per resistenza, minacce e lesioni a Pubblico Ufficiale. Infine ad un ambulante che vendeva pesce senza autorizzazione sono stati sequestrati cinque chili di pesce in cattivo stato di conservazione messi in vendita su un tavolo di plastica.

Non è certo il primo controllo delle forze dell’ordine nei confronti dei locali della movida palermitana che sono spesso oggetto di verifiche