E’ morto ad appena due all’Ospedale dei Bambini. Per i genitori una morte assurda tante che hanno chiamato la polizia e hanno presentato una denuncia.

La polizia è arrivata ieri notte al Di Cristina e ha sequestrato la cartella clinica del piccolo, originario del Trapanese, che era stato ricoverato qualche giorno prima nel reparto di Chirurgia pediatrica.

Disposto l’autopsia presso l’Istituto di Medicina legale del Policlinico i cui risultati potrebbero finire in un fascicolo in Procura.

Il piccolo, affetto da una grave malformazione epatica sin dalla nascita. Dopo aver chiarito la situazione ai familiari e dopo avergli fatto firmare il consenso informato, i medici hanno richiesto di effettuare una biopsia per avere un quadro clinico più completo e stabilire la terapia da iniziare.

Proprio l’esame potrebbe aver causato un’emorragia al bambino. A quel punto il piccolo paziente è stato trasferito dalla Chirurgia pediatrica al reparto di Terapia intensiva dov’è entrato con una classe di priorità altissima proprio per le sue condizioni.

La situazione è presto peggiorata e due sere fa il piccolo è deceduto. I familiari hanno deciso di sporgere denuncia alle forze dell’ordine che, la notte stessa, hanno acquisito tutti gli incartamenti che lo riguardavano.

La grave patologia di cui era affetto il piccolo in molti casi porta al decesso nei primi giorni di vita. Chi sopravvive – spiegano gli esperti – è destinato a sottoporsi a un trapianto di fegato che non sempre riesce a garantire il risultato sperato. Massimo riserbo da parte della struttura ospedaliera.

Abbiamo cercato una replica senza riuscirci.