Il nuovo Palermo non si è ancora insediato, ufficialmente, al Renzo Barbera perché gli uffici sono occupati dai vecchi dipendenti. I dipendenti non lasciano gli uffici perché Arkus Network, vecchia proprietà, non vuole proprio saperne di andar via. Il sindaco ha già dato l’ultimatum e domani interverrà la Polizia Municipale proprio per liberare gli uffici. I dipendenti non sanno quale sarà il loro futuro perché, come scritto nel bando, dovrebbero essere riassunti ma, al momento, non hanno avuto contatti con Hera Hora.

Intanto l’ex patron Maurizio Zamparini, intervistato da “Mediagol.it”, ha parlato proprio dei dipendenti e della situazione del club rosanero: “Sono molto dispiaciuto. In sedici anni di mia gestione non abbiamo mai avuto un problema, i dipendenti sono sempre stati pagati regolarmente. Mi auguro che la nuova proprietà si avvalga della loro esperienza”.

“Chiedete alla FIGC – continua Zamparini – se si sono mai posti il problema della scomparsa del Palermo. Hanno contribuito a distruggerlo, con un comportamento assurdo e fuori da ogni regola”.

“Sono dispiaciuto – chiude Zamparini – per il futuro di tutti i lavoratori e delle loro famiglie. Mi auguro che la nuova società provveda magari con tempi progressivi alla loro riassunzione”.