Ennesima aggressione ai danni degli agenti di polizia penitenziaria da parte di un detentuo che da in escandenscenze. E’ avvebuto venerdì a Palermo nello storico carcere dell’Ucciardone. Un detenuto, per futili motivi, ha minacciato di morte un agente di polizia penitenziaria ed ha, poi, colpito con calci e pugni altri tre agenti spedendoli in ospedale.

A darne notizia sono il Dirigente Nazionale del Sindacato Polizia Penitenziaria Si.P.Pe. Antonino Piazza ed il Segretario Regionale Maurizio Mezzatesta, secondo i quali le aggressioni nelle carceri italiane sono in continuo aumento ed è quindi necessario che il Ministro della Giustizia Bonafede autorizzi l’uso del Taser.

“Questa volta – affermano i sindacalisti del Si.P.Pe. – quattro poliziotti penitenziari sono rimasti feriti e costretti a recarsi al pronto soccorso per le ferite riportate; se gli agenti avessero avuto in dotazione il Taser – concludono Mezzatesta e Piazza – l’aggressione con molta probabilità non ci sarebbe stata e comunque non ci sarebbero stati feriti. Il Governo, secondo il Si.P.Pe. non può più tollerare queste aggressioni e dovrà necessariamente trovare adeguate soluzioni, anche di tipo normativo, per salvaguardare l’ordine e la sicurezza nelle carceri”.

Su questa aggressione interviene l’onorevole Carolina Varchi (Fratelli d’Italia) che, nel mese di agosto, aveva effettuato una visita presso la struttura – intitolata all’agente Calogero Di Bona – su invito di alcuni sindacalisti del  sidnacato che oggi denuncia questi fatti.

“Il carcere Ucciardone – spiega la deputata nazionale – necessita di tempestivi interventi strutturali: il personale di polizia penitenziaria opera in difficili condizioni che talvolta aumentano esponenzialmente i rischi di un lavoro di per sé usurante e pericoloso”.

“La mia solidarietà – aggiunge – va agli agenti minacciati e aggrediti. Recentemente il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha fatto la sua passerella proprio all’Ucciardone – conclude – ma non è stato ancora assunto alcun provvedimento finalizzato a migliorare le condizioni di lavoro degli agenti: chiederò subito il taser per loro”.