Al via, con un‘ordinanza a firma del sindaco Leoluca Orlando, la chiusura stradale di tredici vie e piazze cittadine: via del Bastione (intero tratto stradale), piazza Niscemi (intera sede stradale), vicolo San Carlo (intero tratto stradale), via Seminario Italo Albanese (intero tratto stradale), via Schioppettieri (tratto stradale compreso tra via Genova e via Vittorio Emanuele), piazza Santa Chiara (intera sede stradale), piazzetta e via Sette Fate (intera sede stradale), via Pantelleria (intero tratto stradale), piazza Monte di Pietà (intera sede stradale), via Napoli (tratto stradale compreso tra via Maqueda e via Antonio Borzì), via Sammartino (porzione finale del tratto stradale successivo alla via Costantino Nigra), piazza Marina a Sferracavallo (intera sede stradale), piazza Sant’Onofrio (porzioni della sede stradale, poste al centro della piazza e prospicienti le varie attività commerciali presenti sui luoghi).

L’ordinanza, in forma sperimentale, ha decorrenza immediata e ha validità fino al 31 ottobre.

Il provvedimento, proposto congiuntamente dagli assessori Giusto Catania e Leopoldo Piampiano, segue la delibera di Giunta adottata a maggio, volta a snellire le procedure burocratiche e favorire l’utilizzo degli spazi esterni ai locali pubblici per il rispetto delle norme sul distanziamento sociale. A seguito della delibera, infatti, già 91 esercenti hanno potuto ampliare l’occupazione di suolo pubblico, in quanto ubicati in aree già pedonali e, ora, altri 50 circa potranno usufruire di spazi esterni nelle nuove aree individuate.

Complessivamente, la Giunta aveva indicato circa 100 aree già pedonali o potenzialmente pedonali, nel rispetto delle linee guida del PGTU.

Il sindaco Leoluca Orlando sottolinea che “si conferma che le personalizzazioni vanno di pari passo e anzi stimolano l’economia, oltre che dare maggiore visibilità e fruibilità a numerose zone della città. Con questo provvedimento, cui ne seguiranno altri, si avvia anche un percorso di diffusione in tutta la città delle aree pedonali, contribuendo a decongestionare le aree più affollate della ‘movida’”.

Per gli assessori Catania e Piampiano “gli uffici hanno svolto un lavoro eccellente e, per quanto possibile, rapido per dare risposte a questi esercenti, che entro pochi giorni potranno avviare le proprie attività all’aperto in sicurezza”.