Pioggia di soldi sulla Sicilia, Schifani “A breve la firma dell’accordo sui fondi Fsc”

Tutto pronto per la firma dell’accordo fra governo nazionale e regionale sulla programmazione dei Fondi Fsc, ovvero quelli nazionali destinati a Sviluppo e Coesione della Sicilia “Grazie alla continua e proficua collaborazione con il governo nazionale, la programmazione delle risorse del Fondo di sviluppo e coesione assegnate alla Sicilia è ormai alla fase finale. L’ottimo rapporto di confronto con il ministro Fitto, punto di riferimento in questi mesi del nostro governo, sta dando i suoi frutti. A breve, infatti, arriveremo alla sottoscrizione dell’accordo con la premier Meloni: quasi sette miliardi di euro che rappresentano risorse importanti per lo sviluppo della nostra Isola” dice il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani.

A cosa saranno destinate le risorse

Al netto di 1,3 miliardi di euro già previsti dalla legge per il ponte sullo Stretto di Messina, e degli altri 800 milioni per la realizzazione dei termovalorizzatori, le risorse saranno destinate a investimenti infrastrutturali significativi e strategici nei settori dei trasporti, dell’ambiente e a valorizzare la quota di finanziamenti europei.

La proposta della Regione

La Regione ha definito la propria proposta in coerenza con il nuovo assetto ordinamentale introdotto con il decreto “Sud e Coesione”, che prevede un processo di condivisione tra governo regionale e quello centrale.

Fitto e Schifani, “Stiamo lavorando bene”

“Stiamo lavorando insieme – avevano dichiarato nei giorni scorsi il ministro Fitto e il presidente Schifani – per assicurare la rapida conclusione della fase di programmazione delle risorse e avviare così la realizzazione di interventi strategici per il territorio siciliano”. Una rapida conclusione che adesso sembra essere alle porte.

Tante cose da fare

Sui Fondi di Sviluppo e Coesione si conta per portare a termine tanti progetti in Sicilia. “Lo sviluppo dell’area cargo a Comiso resta una priorità per il governo Schifani in materia aeroportuale – ha detto nei giorni scorsi l’assessore Tamajo – Come è noto le somme per realizzare il progetto ‘Comiso cargo’ e per migliorare la rete di accesso all’aeroporto saranno inserite nell’accordo sulla programmazione del Fondo di coesione e sviluppo”

Ma fra i progetti rientra anche il raddoppio del Ponte Corleone a Palermo. Nel complesso alle infrastrutture fisiche sarà dedicato oltre un miliardo