Nascono i poliziotti di quartiere nella cittadina normanna a vocazione turistica di Cefalù. Una iniziativa che rafforzerà controlli e sicurezza nei giorni d’agosto e in generale dell’estate 2022

Controlli rafforzati

Controlli rafforzati della polizia a Cefalù vista la numerosa presenza turistica. Per la festa del santissimo Salvatore a Cefalù la polizia di Stato ha rafforzato la presenza degli agenti con il nucleo poliziotto di quartiere della questura di Palermo.

In bicicletta fra le viuzze

Gli agenti, così, per qualche giorno, al loro consueto e quotidiano itinerario cittadino hanno aggiunto, muovendosi agilmente a bordo di biciclette con le insegne della polizia di Stato, le caratteristiche viuzze del centro storico di Cefalù e del lungomare, garantendo a cittadini e visitatori di vivere in maggiore sicurezza i giorni di festa e, instaurando un contatto diretto, immediato e ravvicinato con la gente, hanno offerto un efficiente servizio alla collettività.

Un’iniziativa apprezzata anche dai residenti della cittadina e dal Vescovo di Cefalù, monsignor Giuseppe Marciante.

Sicurezza per cittadini e turisti

La Polizia di Stato, al fine di garantire la sicurezza di cittadini e turisti, in aggiunta ai già rafforzati dispositivi di controllo del territorio assicurati dal commissariato di Cefalù, ha previsto quest’anno anche agenti appartenenti al nucleo poliziotto di quartiere della Questura di Palermo, per la circostanza in missione nella cittadina normanna su disposizione del Questore che ha favorevolmente accolto la richiesta del Dirigente del locale Commissariato, secondo un sottile filo di continuità che unisce Cefalù e la sua suggestiva Basilica Cattedrale al centro storico di Palermo e alla sua Cattedrale: entrambe fanno parte infatti del prestigioso percorso arabo-normanno, dichiarato dall’UNESCO “Patrimonio mondiale dell’umanità”.

Una iniziativa certamente considerata un sugello, dai vertici della Polizia di Stato, del concetto di prossimità che è proprio delle attività dalla Polizia di Stato e, scrivono dalla Questura, racchiuso sinteticamente nel motto: “Esserci sempre”.