Ismaele La Vardera, inviato delle Iene, è stato aggredito durante un servizio televisivo. Il giornalista stava lavorando ad un servizio sul reddito di cittadinanza.

Era andato in via Divisi per intervistare alcuni lavoratori che hanno percepito il reddito. Nel corso delle domande la troupe è stata aggredita.

Il cameraman è stato colpito alla testa. Sono stati soccorsi dai sanitari del 118 e dalla polizia. Sull’episodio indaga la Digos.

Stavamo intervistando uno di questi furbetti che pur lavorando percepisce il reddito di cittadinanza”, racconta la Iena. “A un certo punto ha iniziato a inveirecontro il cameraman, poi ha fatto altrettanto nei miei confronti”.

L’intervistato ha strappato il microfono dalle mani di Ismaele e ha iniziato a picchiarlo in testa all’operatore. Nell’alterco sono volati schiaffi e pugni anche verso la Iena che fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze. L’operatore è dovuto andare al pronto soccorso dove gli è stato riscontrato un trauma cranico, con 5 giorni di prognosi.

“Non è bello dover lavorare e sapere che qualcuno può perdere la pazienza e finire alle mani”, continua La Vardera. “Mi sento di ringraziare le forze dell’ordine che sono intervenute in maniera esemplare. Il mio ringraziamento va al Prefetto per la solidarietà espressa”.