E’ stato trovato nel mare Ustica il corpo senza vita di uno dei tre pescatori dispersi.  Il ritrovamento è stato effettuato dagli uomini della Capitaneria di Porto che continuano a battere il tratto di mare da San Vito Lo Capo fino a Ustica per cercare il peschereccio Nuova Iside della marineria di Terrasini ed il suo equipaggio composto originariamente da Matteo Lo Iacono di 53 anni, e del figlio Vito di 27 anni e del cugino Giuseppe Lo Iacono di 33 anni.

Il corpo recuperato è Giuseppe Lo Iacono di uno dei tre pescatori. Il cadavere è stato portato a Terrasini per metterlo a disposizione del magistrato.

Le ricerche proseguono per gli altri due componenti dell’equipaggio  e per il peschereccio.

Alle ricerche stanno prendendo parte due motovedetta e due elicotteri della Guardia Costiera e dell’Aeronautica militare, e un aereo. I mezzi hanno perlustrato per tutta la giornata la zona interessata.

A questi si aggiunge anche la nave di ricerca oceanografica Urbano Monti, dotata di tecnologia avanzata anche per la ricerca di profondità. Inoltre, sono stati coinvolti nelle operazioni diversi mercantili in transito nella zona di mare da cui le ricerche sono partite ovvero l’ultima posizione utile, rilevata dall’ultimo segnale radio emesso dalla strumentazione di bordo del Nuova Iside. La zona di mare pattugliata è stata via via estesa, in considerazione dei parametri meteo e delle abitudini di pesca dell’unità.

In serata, al miglioramento delle condizioni meteo, si uniranno alle attività di ricerca anche alcuni motopesca della zona di San Vito Lo Capo e Castellammare del Golfo.

“Ho appreso del ritrovamento del cadavere di uno dei tre marittimi del peschereccio “Nuova Iside” di Terrasini, che risulta disperso da ieri pomeriggio. E’ una notizia che mi addolora e ai familiari del giovane sento di esprimere il cordoglio personale e di tutto il governo. Con l’assessore alla Pesca Edy Bandiera stiamo seguendo costantemente, fin dall’inizio, tutte le fasi delle ricerche e restiamo ancora aggrappati alla speranza di ritrovare in vita gli altri due componenti dell’equipaggio” dice il Presidente della Regione Nello Musumeci.

”Sono molto dispiaciuto per la notizia del recupero del corpo di uno dei tre pescatori di Terrasini vittime del naufragio del peschereccio ‘Nuova Iside – gli fa eco il Presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè -. Sono vicino ai familiari di Vito Lo Iacono, ai quali esprimo il cordoglio personale e del Parlamento siciliano. Sono costantemente in contatto con l’assessore Bandiera per seguire le operazioni di ricerca dei dispersi nella speranza di ritrovarli ancora in vita”.