Il gup del tribunale di Termini Imerese Claudio Bencivinni ha disposto il rinvio a giudizio per il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque, il suo vice Fabio Atanasio e l’ex assessore Luca Tripoli.

Sono accusati di abuso d’ufficio, stalking e lesioni personali. Il gup ha accolto la richiesta del pubblico ministero Luisa Vittoria Campanile. È stato disposto il rito abbreviato per l’ex segretario comunale Eugenio Alessi.

Il sindaco avrebbe compiuto questi reati a danno di una dirigente del Comune: Laura Picciurro, difesa dall’avvocato Giacomo Aiello. La dirigente Picciurro sarebbe stata vittima di quelli che vengono definiti “reiterati comportamenti e provvedimenti posti in essere per finalità ritorsive e persecutorie preordinati al fine di umiliare, vessare, emarginare e penalizzare il dirigente”.

Dal marzo del 2015, la dirigente fu oggetto di tredici contestazioni. La donna raccontò di essere stata “mobbizzata” e punita con la sospensione dal servizio per motivi disciplinari con contestuale sospensione dello stipendio. Un provvedimento ritenuto illegittimo già dal Tribunale del lavoro di Palermo, che condannò il Comune a reintegrare la Picciurro e a pagarle i 93mila euro di stipendi non percepiti.