Migliaia di turisti, centinaia di chili di ciliegie consumati, ma anche liquori, confetture, gelati e persino saponi a base del frutto simbolo del comune.
A fare da coprotagonisti all’evento sono stati i saponi alla fragranza di ciliegia, l’annullo filatelico con sopra la ciliegia Cappuccia fatto in partnership con Poste Italiane, i liquori rossi e gli elisir di Cappuccia dal sapore decisamente mediterraneo, ed ancora le confetture a base di ciliegie amarene per finire con i gelati e le granite a base del frutto simbolo di Chiusa Sclafani: la ciliegia Cappuccia.
Un’ edizione speciale in cui la ciliegia autoctona di Chiusa Sclafani, è stata traghettata dai produttori verso un tipo di commercio che si affaccia per esempio al mondo della cosmesi naturale e a nuovi volti del sano agro-alimentare tutto “made in Sicily”.
L’edizione numero quarantasette ha ospitato, durante i due giorni di eventi con cui il comune celebra proprio la ciliegia, le visite di migliaia di turisti ed appassionati che hanno fatto tappa nel “paese delle ciliegie” per la Festa del 2016.
Inoltre centinaia sono state le visite ai monumenti rimasti aperti tra sfilate di auto, musica, degustazioni di prodotti tipici locali, spettacoli di varietà ma soprattutto centinaia e centinaia chili di ciliegie.
Il primo cittadino Giuseppe Ragusa ha dichiarato che  “Tutto è girato alla perfezione. Cittadini turisti e strutture recettive sono rimaste soddisfatti per la riuscita della sagra numero quarantasette che ha reso anche quest’anno la ciliegia la reginetta di Chiusa”. E con la ciliegia in vetrina ci sono andate anche tutte le eccellenze del cuore “Bio” della Sicilia; tra salumi, miele, formaggi e tanto buon vino le richieste dei palati più esigenti sono state soddisfatte.
Un tripudio di sapori e profumi tipici locali di ieri e di oggi che hanno quindi fatto da contorno alla protagonista della Festa. A vincere l’edizione 2016 della Ciliegia d’Oro, il premio dedicato dal comune ai chiusesi illustri nel mondo, è stato Giuseppe Ferina, cavaliere del lavoro e sarto del Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella.
E’ stata la sagra dei record. Le visite sono quasi raddoppiate rispetto alla scora sedizione. Abbiamo sfiorato le diecimila presente. Mi ritengo soddisfatto del lavoro fatto. Un grazie anche alla “Sicani turist” che ci ha fornito materiale logistico” ha spiegato assessore Francesco Franzoni.
“Abbiamo creato per questa edizione il Cirasa tour, grazie al quale centina di visitatori hanno scoperto le bellezze monumentali di Chiusa Sclafani” ha detto Giuseppe Radosta presidente della Proloco.
L’appuntamento resta per l’anno prossimo con tutti i presupposti di un’altra edizione davvero speciale in cui la reginetta sarà ancora il frutto dal cuore bio di Chiusa Sclafani: la ciliegia.