“Io voterò per Giuseppe Milazzo ma chiederò a mia moglie Elena di votare per Saverio Romano. Spero vivamente che venga eletto perché con lui ho un progetto politico da portare a compimento. Sarei io un coglione se facessi campagna elettorale contro uno dei candidati della lista. Ho sbagliato a ritenere Saverio Romano un ospite e di questo chiedo scusa. Forza Italia è l’unico simbolo moderato del Paese”

A parlare è Gianfranco Miccichè commissario azzurro in Sicilia. L’occasione l’apertura della campagna elettorale di Saverio Romano per le europee oggi in una grande sala di Palermo.

‘Grazie è la parola più bella. Perché esprime gratitudine. E io vi dico grazie per il vostro sostegno – ha detto Romano -. Ma il mio grazie più sentito e autentico va a Silvio Berlusconi perché ha costruito una casa politica che è la nostra casa, dei liberali, dei popolari, dei moderati, del Centro, in una congiuntura che vede trionfare gli ismi: populismi e sovranismi che mettono a rischio i valori per i quali abbiamo lottato tutta una vita. Siamo per una società solidale e contro il fascismo. A chi si fa fotografare con il mitra in mano preferiamo chi si fa fotografare con un bambino in braccio’.

All’apertura della campagna elettorale oggi a Palermo, c’erano, tra gli altri, di Gianfranco Miccichè, Maurizio Lupi, Gabriella Giammanco, Toto Cordaro, Roberto Lagalla, Antonello Antinoro e Vincenzo Figuccia