Se non avete ancora visto la Torre civica di Sant’Antonio Abate a Palermo potrete farlo questo fine settimana all’insegna di un nuovo itinerario turistico.

Con la sua monumentalità la Torre civica di Sant’Antonio Abate (Ecce Homo), è visitabile tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.00 (ultimo ingresso alle 17.30) e si staglia ancora oggi nello spazio tutto intorno a Via Roma, da dove domina tutta la Vucciria.

Edificata su i resti della Torre di avvistamento Pharat (torre di avvistamento di origine araba), la nobile famiglia dei Chiaramonte, grandi devoti del Santo Abate, impreziosirono la fabbrica della chiesa con la costruzione di una sontuosa torre campanaria.

Nella stessa venne collocata nel 1375, una grande campana per scandire le ore della giornata e della notte, ma venne sostituita con una di maggiore dimensione nel 1575. Destinata ad essere la Torre civica della città, in quanto voluta dal Senato palermitano come vox civitatis (voce della città). Ancora oggi, dalla Torre è ben visibile la trasformazione che ha subito la città, scorgendo in lungo e in largo il mare all’orizzonte che si posa sul quartiere della “Loggia o Mandamento Castellammare”.

Orari di visita: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 18.00

domenica dalle 13.00 alle 18.00

(ultimo accesso alla torre è alle 17.30)

(Le aperture possono variare a seconda delle condizioni meteo)

Costo: 2,50€

Parrocchia di Sant’Antonio Abate, Palermo, via Roma 203 a