Alcuni automobilisti che percorrevano l’autostrada nella zona di Casteldaccia hanno lanciato l’allarme.

Hanno visto un uomo che superava le barriere del viadotto Cefalà nella zona di Casteldaccia e si è lanciato nel vuoto.

Una scena orribile per quanti hanno assistito impietriti senza riuscire a bloccare la persona che aveva deciso di compiere il gesto estremo.

Fortunatamente e miracolosamente, come successo alcuni anni fa nella Palermo Mazara del Vallo nella zona di Calatafami, sotto quel viadotto c’è un cumulo di materassi. L’impatto violento con il suolo che non avrebbe dato scampo a quell’uomo disperato è stato attutito dai rifiuti depositati sotto la sede autostradale.

L’uomo si è rotto le gambe, ma è vivo ed è stato soccorso e recuperato dai vigili del fuoco che lo hanno consegnato ai sanitari del 118 che lo stanno trasportando al Trauma Center di Villa Sofia.

La prognosi è riservata, ma i medici non disperano di salvarlo. Nella zona del tentato suicidio sono intervenuti anche gli agenti della polizia stradale.