Un sola voce, “AMATRICE”. E’ lo slogan dell’evento “Artisti siciliani per Amatrice”. Il 2 aprile al teatro Don Orione, saliranno sul palco per uno scopo nobile e solidale molti artisti che hanno aderito a questa iniziativa per la comunità laziale, sconvolta il 24 agosto scorso da un terribile terremoto.

Da un’idea dell’associazione nazionale onlus Casa Amatrice, la manifestazione sarà coordinata dal direttore artistico Christian Carapezza. Per vedere lo spettacolo un simbolico biglietto del costo di 10 euro servirà per raccogliere i fondi per la realizzazione del Museo della Memoria ad Amatrice.

Ospite il vice sindaco della cittadina in provincia di Rieti, Gianluca Carloni. Tra gli artisti presenti Ernesto Maria Ponte, Lo Scarrozzo, Matranga e Minafò, Stefano Piazza, KarMa, I Babbaluci, Mago Plip, Serie Sisters, Moschella e Mulè, Tony Carbone, I Petrolini, Massimliano Arizzi, Roby & Benny, Roberto Pizzo, Enzo Carnese, Carlo Comito, Alessio Scarlata, Ernesto Petrolà, Dario Veca, ed inoltre il trio musicale “I Classici”, Mario e Giancarlo Renzi, le Rose d’Oriente di Debora Serina, le scuole di ballo “Arte e Passione” di Mara Fasulo di Palermo, “Immagine e Danza” di Elvira Benincasa di Palermo, “Double Dance” di Claudio Scrimenti di Trabia, la Fanfara dell’Associazione Nazionale Bersaglieri di Casteldaccia e la Junior band complesso bandistico di Caccamo. A condurre la manifestazione la nota presentatrice Rai della trasmissione Mezzogiorno in Famiglia, Manila Nazzaro insieme a Cristian Carapezza e Vincenzo Canzone. A patrocinare la manifestazione il Comune di Palermo.

“Un evento direi dal cuore grande – dice il vice presidente di casa Amatrice onlus, Marianna Piazza-. Vogliamo realizzare un sogno per Amatrice e per la sua comunità, quella di contribuire a far costruire il Museo della Memoria dove verranno raccolti tutti i ricordi di un paese martoriato dal sisma”.