Una lunga giornata di interrogatori ieri e fino a tarda notte da parte dei carabinieri per cercare di trovare chi ha sparato e ferito Giuseppe Giordano, 57 anni, e il figlio Gianluca di 26 anni in via Regina Bianca lo scorso lunedì a Palermo.

Oltre a chi ha premuto il grilletto sono da ricercare i complici che hanno picchiato e mandato in ospedale un giovane che sarebbe coinvolto nella sparatoria. In questi giorni i militari stanno presidiando il quartiere di Danisinni e hanno eseguito numerose perquisizioni.

Alla luce dell’attività di controllo qualcosa inizia a muoversi. Ieri sera un uomo che non è indagato si è presentato in caserma in piazza Verdi per rendere dichiarazioni spontanee per far luce su quanto accaduto. La sua posizione è al vaglio della procura. Dopo un lungo interrogatorio l’uomo è tornato a casa. Alla luce di quanto dichiarato potrebbero esserci provvedimenti nelle prossime ore.