Bocciato in commissione Bilancio alla Camera l’emendamento, prima firmataria Stefania Prestigiacomo (Fi), che destinava 243 milioni di euro alle ex Province in Sicilia. L’emendamento era stato presentato al disegno di legge di conversione del decreto Crescita.

Nel decreto comunque erano già stati appostati 140 milioni per le ex Province in base all’accordo che era stato raggiunto con lo Stato dal vice presidente della Regione e assessore all’Economia, Gaetano Armao.

L’emendamento di ampliamento dello stanziamento era stato presentato da Forza Italia e puntava a superare l’accordo Stato – Regione ma le possibilità che passasse inosservato erano davvero risibili. Ha tenuto, invece, proprio l’accordo Stato-Regione